Come curare e prevenire le smagliature

0
56
 

Le smagliature sono un problema estetico che colpisce l’80% delle donne, chi in modo lieve e chi in modo più grave.

Come per la cellulite ci sono tanti prodotti che promettono miracoli, ma come ci spiega il Professor Marcello Monti (responsabile dell’Unità Operativa di Dermatologia di Humanitas), le smagliature non sono affatto facili da eliminare e di cure miracolose al momento non ne esistono.

Cosa sono le smagliature

Le smagliature sono delle cicatrici causate da alterazioni del derma. Si formano in seguito alla frattura delle fibre di collagene, la sostanza che rende compatta la pelle e le dona elasticità. Nelle zone dove ciò si verifica avviene un cedimento e sulla cute compaiono linee più o meno sottili.

La smagliature inizialmente sono di color rosso violaceo, dopo un certo periodo assume una colorazione bianco-perlacea, che indica che la pelle è diventata leggermente fibrosa. In genere le zone più colpite sono l’interno coscia, l’addome (durante la gravidanza), i fianchi, il seno, l’attaccatura degli arti superiori e i glutei.

Cosa le causa

Generalmente iniziano a comparire nel periodo della pubertà, perché nell’adolescenza l’organismo subisce grossi cambiamenti. La loro comparsa è favorita da repentini aumenti o cali di peso.

Pur essendo un fenomeno più “femminile” per l’effetto maggiormente incisivo degli ormoni (gli estrogeni), non risparmiano nemmeno gli uomini. Tra le cause, oltre all’azione degli ormoni sessuali, c’è l’utilizzo di anabolizzanti per aumentare la massa muscolare (anche nelle donne ultimamente). Esiste inoltre una predisposizione soggettiva ad una scarsa elasticità della pelle.

Sfatiamo false credenze

Non esistono cure in grado di cancellarle, se non per quelle strie molto larghe che la chirurgia estetica può ridurre, ma non comunque eliminare. L’industria propone molteplici prodotti inutili, anche le creme più costose non ottengono altri risultati se non quello di rassicurare emotivamente chi le usa.

Non è nemmeno vero che le smagliature si possono curare quando sono ancora rosse, si può solo ridurre l’infiammazione con creme astringenti ma la smagliatura rimane la stessa.

Come si può intervenire?

In alcuni casi si può provare a “riempire” il vuoto mediante l’iniezione diretta di collagene, ma i risultati non sono mai definitivi. Un altro sistema consiste nel disporre lungo la smagliatura un filo d’oro che induce una reazione locale finalizzata alla ricostituzione del tessuto mancante. Questa pratica è di esclusiva pertinenza medica per gli imprevisti di cui un corpo estraneo introdotto nell’organismo può esser causa. Il risultato ottenuto è comunque di scarsa efficacia.

Altri metodi sono la dermoabrasione e il peeling chimico, che riducono lo strato superficiale della pelle. Devono essere effettuati da uno specialista perché potenzialmente pericolosi, in ogni caso entrambe le tecniche sono poco efficaci.

Prevenzione

Quel poco di prevenzione possibile deve iniziare durante l’adolescenza ed essere particolarmente curata durante la gravidanza. Occorre evitare rapidi cambiamenti di peso e cercare di “coltivare” l’elasticità della pelle attraverso un costante esercizio fisico, curare l’alimentazione ed evitare la disidratazione della pelle.

Il sole e le smagliature

La smagliatura è come una cicatrice: nella fase di arrossamento il sole esercita una azione infiammatoria che la peggiora. In fase di smagliature ormai stabilizzate, bianche, il sole penetra di più nella zona di lesione perchè la pelle è più sottile.

In generale occorre ricordare che il sole (nello specifico i raggi UVA) fa degenerare le fibre elastiche della pelle e che queste non si rigenerano più. E’ una delle ragioni per cui sul volto si formano le rughe.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here